Travel Tips: Bruxelles by Imma


Imma è una mia carissima amica, ed è un European project manager and design, per cui  si trova spesso nel quartiere dell’ europarlamento.Chi meglio di lei può parlarci di Bruxelles!

La Grand Place

La Grand Place

1. Ciao Imma, quando suggerisci di andare a Bruxelles?

Bruxelles è bella in tutti i mesi dell’anno,e ci sono eventi ed iniziative ogni mese, con spettacoli ed artisti di strada… ad esempio già dal 25 novembre si può fare un salto a scegliere al tradizionale mercatino di Natale che è stato eletto il “mercatino di Natale più originale d’Europa”. Se dovessi però consigliare un periodo sceglierei sicuramente da giugno ad agosto, il clima è più mite, e soprattutto si possono ammirare gli splendidi colori che avvolgono una delle più belle piazze del mondo: LA GRAND PLACE .

 

2. Dove alloggiare a Bruxelles?

Bruxelles è meno cara rispetto alle altre capitali d’Europa, come Londra , Parigi o Praga Per cui,  anche gli hotel a 5 stelle sono abbastanza accessibili. Per chi predilige il lusso e la classe consiglierei lo storico Metropole Hotel, proprio in uno degli angoli della Grand Place, arredato con mobili d’epoca ottocentesca. Personalmente preferisco lo stile design dell’ Hotel Be Manos, che offre camere in stile “boutique”. Ma vi garantisco che anche alloggiare in alcuni B&B a Bruxelles significa dormire in un ambiente raffinato. Infatti molti sono ospitati in antichi palazzi ed in case d’epoca con arredi storici e di valore artistico. Consiglio il carinissimo L’Art de la Fugue o Bridies che ha una proprietaria fantastica che metterà tutti a proprio agio e troverà una soluzione adatta a tutte le esigenze. Bruxelles è ben collegata, il trasporto pubblico funziona benissimo , quindi ovunque si scelga la propria sistemazione in pochi minuti è facile raggiungere il centro.

Design Hotel Be Manos

Design Hotel Be Manos

3. Tre cose che bisogna assolutamente vedere/fare a Bruxelles.

1. Vedere la Gran Place, iscritta al patrimonio mondiale dell’Unesco,soprattutto se ci si va in agosto , per poter ammirare lo spettacolare e famoso Tapis de Fleurs, 1800 metri quadri di tappeto di fiori che ricopre l’intera piazza. Uno spettacolo di colori e odori da non perdere.
2. Fare una passeggiata lungo le vie intorno alla piazza centrale e scoprire veri e propri “laboratori di cioccolato” … provare il cioccolato, in tutte le forme, dimensioni e… gusti! Passate da Leonidas e vi tufferete in una miriade di praline sfuse per tutti i palati… fino al Museo del Cacao e del Cioccolato, dalle origini ad oggi! Non vi nascondo che anche le tavolette Galler farcite acquistate al supermercato sono una vera delizia!!! Per chi ama i souvenir, imperdibile il Mercato delle pulci di Sablon e il Quartiere degli antiquari.
3. Andare all’Atomium, che è una struttura molto singolare, in acciaio, che rappresenta un cristallo di ferro ingrandito 165 miliardi di volte. E’ formato da 9 sfere che possono ospitare eventi, convegni, mostre, concerti e anche feste private. L’Atomium ospita anche uno dei migliori ristoranti di specialità belghe, situato nella sfera più alta! Quando il meteo non permette la vista panoramica dall’alto, all’interno c’è un sistema computerizzato che digitalizza lo spazio circostante.
Solo un’altra cosa… consiglio vivamente il Museo delle Belle Arti, che non ha nulla da invidiare a quelli di Parigi o Firenze, ed il Museo del Fumetto.

Chocolate, Bruxelles

Chocolate, Bruxelles

4. Shopping a Bruxelles, dove andiamo?

La galleria Sant’Hubert nell’Ilot Sacrè è per veri ricchi…ma non è da meno Avenue Louise, dove troviamo tutti gli atelier delle grandi firme. Io preferisco Rue Neuve perché è alla portata di tutti, e sembra di essere in uno shopping center all’aperto. Le nuove vie dello shopping invece, dove regnano design e creatività, sono Place Brugman, Rue Dansaert, Rue du Bailly, Place du Chatelain.

 

5. Dove mangiamo?

Tenendo conto che a Bruxelles si cena molto presto e una napoletana come me spesso ha trovato difficoltà a trovare un ristorante con cucina aperta dopo le 22, vi consiglio di saltare l’aperitivo!!! Se però vi anticipate, per l’happy hours consiglio lo Zebra Cafè, davvero cool! Per pranzo consiglierei Le Wine Bar du Sablon des Marolles, tutto impeccabile, ma un po’ caro. Se devo essere sincera, non amo molto la cucina dei paesi bassi, troppe minestre e zuppe calde, un po’ troppo burro e frutti di mare! Per chi come me ama la cucina italiana, consiglio assolutamente Pasta Divina. La sera consiglierei la zona di Saint Gery, fulcro della vita notturna di Bruxelles. Per la cena consiglio lo Chez Leon dove si può gustare la specialità della cucina belga: cozze con patatine fritte.

Wine Bar du Sablon des Marolles, Bruxelles

Wine Bar du Sablon des Marolles, Bruxelles

6. Cosa lascia Bruxelles? Perchè andarci?

Bruxelles non è una grande capitale, non è una megalopoli come Londra o Parigi ,è molto sottovalutata ma credetemi, non manca nulla ed è una città per tutti! Provare per credere.

GRAZIE IMMA, A PRESTO!!!

Share This:

Mary

13 Comments

Comments are closed.