Si viaggiare. Anche con un neonato (e K-Way).

IMG_0073

Per la settimana di Pasqua abbiamo deciso di partire e per il piccolo Giuliano, che oggi compie 4 mesi, è stato il primo viaggio, la prima volta in aereo, la prima volta che ha dormito fuori casa.

Sono sempre stata dell’idea che i bambini piccoli non devono costituire un impedimento, non condivido chi afferma “con i bambini così piccoli come facciamo”. Si fa, con un pò di organizzazione si fa tutto!

IMG_0073

Utilissimi sono stati questi prodotti K-Way, marsupio, portabiberon termico e la bellissima borsa culla.

La Borsa Culla K-Way è una culla portatile a forma di nido che ti consente di dormire con il tuo bimbo sempre al fianco, senza correre il pericolo di soffocarlo nel sonno. Facile da riporre e si trasporta come una vera borsa in ogni luogo, utilissima per contenere tutto l’occorrente per il bambino.

 

IMG_0082

IMG_0083

mini-culla-portatile-baby-k-way-primisogni

 

 

Share This:

Mary

Mary, 35 anni, laureata in economia, un master in marketing e comunicazione moda e beni di lusso, events planner, web addicted, mamma di 3 marmocchi e moglie. E una voglia matta di vivere felice.

7 Comments

  1. Ammetto di essere una di quelle che dicono “con i bambini piccoli come si fa ” …. Ma secondo me è una questione che varia da persona a persona,non posso criticare te che lo fai! Io ho sempre viaggiato con mio marito,giovani e spensierati,non ce la sentivamo quando la bimba era troppo piccola,perché il viaggio per lui che ha un lavoro impegnativo costituiva relax,e tutta l’organizzazione che dici anche tu secondo me non ci rientra! Insomma,la nostra idea era”se devo andare a stressarmi lontano,mi rilasso qui” 🙂

    mammachechic.wordpress.com

    • Approvo in parte quello che dici, infatti presto (quando il piccolo sarà un po più grandicello), vacanza relax solo per noi! 🙂

Comments are closed.